Inserisci una parola chiave

MICRONET

Progetto strategico della Regione Emilia-Romagna per l’integrazione di micro e nano tecnologie in ambito industriale

MICRONET rappresenta una rete di Laboratori di Ricerca e imprese, nata come progetto strategico promosso dalla regione Emilia-Romagna, per consentire alle PMI di disporre di micro e nanotecnologie da integrare/inserire nei loro prodotti e sviluppare l’asset strategico della camera bianca del CNR IMM ubicata presso l’Area della Ricerca CNR di Bologna.

Partnership

  • ASTER
  • MIST E-R s.c.r.l.
  • REDOX s.r.l., Laboratorio di ricerca
  • CNR IMM Bologna
  • CIRI ICT dell’Università di Bologna
  • Softech-ICT dell’Università di Modena e Reggio Emilia

Descrizione

Il progetto intende promuovere le prospettive di innovazione e sviluppo delle imprese del territorio grazie alla disponibilità di una rilevante struttura di ricerca presso l’istituto IMM-CNR in grado di realizzare strutture micro- e nano-metriche operando su fette di silicio da 4-6’’. La struttura comprende una camera bianca, facilities tecnologiche, facilities per progettazione e simulazioni, mezzi per caratterizzazioni strutturali, elettriche ed ottiche ed in generale di sensori e microsistemi. D’altra parte, esiste una necessità da parte delle PMI di disporre di microsistemi che integrino i trasduttori e l’elettronica di controllo da inserire nei loro prodotti per accedere alla fascia ad alto valore aggiunto della meccatronica, o più in generale della X-tronica. Inoltre, prodotti appartenenti a mercati molto diversi necessitano della tecnologia sopracitata, come ad esempio nei campi della domotica consumer, dell’automotive, dell’automazione industriale, del biomedicale, della sicurezza ambientale, industriale ed edile. Micronet nasce quindi con l’intento di far fronte a questa necessità tecnologica industriale, sviluppando allo stesso tempo l’asset strategico delle facilities a disposizione presso il CNR.

Obiettivi

Il raggruppamento si propone di sfruttare la disponibilità di una clean room del CNR per la fabbricazione di dispositivi MEMS e di soddisfare in questo modo la necessità per le PMI di disporre di microsistemi che integrino i trasduttori e l’elettronica di controllo nei loro prodotti, realizzando una gamma prodotto micro-sistemistica di uso generale integrata in Smart Package o in architetture HW modulari. In un’ottica ad ampio spettro, Micronet punta a creare un cluster di PMI operanti su molteplici prodotti appartenenti a mercati diversi, come domotica consumer, automotive, automazione industriale, biomedicale, sicurezza ambientale/stradale/edile. Gli obiettivi specifici, in dipendenza dalle necessità della particolare azienda, cominciano con la definizione delle specifiche e lo sviluppo di un’architettura hardware e software comprendente nodi di trasduzione e nodi di controllo. Successivamente si passa allo sviluppo di questi nodi, locali o remoti, che integrino con tecnologie di smart packaging microsensori, microattuatori e circuiti elettronici con funzionalità di acquisizione e condizionamento dei segnali, pre-elaborazione, interfaccia wireless. Il dispositivo in oggetto dovrà assolvere alla funzione prevista e alcune funzioni ausiliarie, come ad esempio alimentazione compatibile, auto diagnosi, filtri anti EMI/EMC. Le tecnologie consolidate, già in possesso dell’istituto, sono diverse, come sensori di vuoto, di flusso, di conducibilità termica, di massa, micro-hotplates ed emettitori IR, sistemi di sensori di gas a semiconduttore, sensori di strain, di luce, termopile e bolometri, sorgenti e detector ultrasonici (opto-acustici) , celle fotovoltaiche, microvalvole ad attuazione esterna, cantilever in Si e SiC, circuiti microfluidici, testine e micropropulsori a getto, array di nanotubi e nanofili orientati. Inoltre, Micronet si propone nello sviluppo di sistemi di alimentazione self-powering/energy-harvesting e di front-end di comunicazione wireless per microcontrollori e microtrasduttori.