Inserisci una parola chiave

Sensori a nanostrutture di semiconduttori per gas sensing

PRODOTTO

I sensori a semiconduttore (tipicamente ossidi come SnO2, TiO2, WO3, LaFeO3, loro soluzioni solide, ma non solo) rappresentano una moderna tecnologia basata sull’interazione solido-gas. Sono in grado di rilevare una larghissima classe di gas e vapori, anche a bassissime concentrazioni (fino all’ordine dei ppb). Negli ultimi anni lo studio delle particolari proprietà di trasporto elettrico di queste nanostrutture ha permesso di progredire in maniera significativa in questa tecnologia d’avanguardia. Presso l’unità MIST E-R del Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Ferrara, Laboratorio Sensori e Semiconduttori, viene sviluppata la tecnologia per la sintesi dei materiali di partenza, vengono realizzati i sensori e vengono progettati e realizzati sistemi di monitoraggio completi, studiati in base alla particolare applicazione richiesta. I principali vantaggi rispetto alla strumentazione convenzionale, basata su metodi ottici, sono, oltre alla già citata alta sensibilità, la compattezza ed i costi ridotti, uniti alla ridottissima necessità di manutenzione e alla possibilità del controllo remoto. Dispositivi realizzati con questa tecnologia trovano applicazione in svariati campi, come il monitoraggio della qualità dell’aria rispetto ai principali inquinanti (CO, VOCs, NOx, benzene, O3, ecc.), la rilevazione industriale di gas in impianti, il leakege detecting, e molti altri.