fbpx

Enter your keyword

MEDFIL

MedFil è un progetto di ricerca industriale approvato sul “Bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti agli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente” (DGR 986/2018) all’interno del POR-FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020, Asse 1 – Ricerca e innovazione, Azione 1.2.2

PARTNERSHIP

  • CNR ISTEC – Capofila
  • MISTER – Laboratorio di ricerca industriale
  • Consorzio futuro in ricerca – Laboratorio di ricerca industriale
  • Romagna Tech – Centro per l’innovazione

IMPRESE

  • Medica Spa
  • Pollution Srl
  • Fin-Ceramica Faenza Spa

Descrizione

I dispositivi HME, usati sempre più spesso per l’uso a breve termine in anestesia e a lungo termine nelle unità di terapia intensiva, accumulano calore e umidità dell’espirato del paziente, restituendoli durante la fase di inspirazione. Il controllo dell’umidità e temperatura dei gas medicali è essenziale per prevenire danni al sistema tracheobronchiale dei pazienti. CNR-ISTEC ha progettato una nuova generazione di dispositivi HMEf, ispirati alla naturale composizione del nostro apparato respiratorio, totalmente biodegradabilli e prodotti da scarti della filiera alimentare. Tali filtri inoltre vengono utilizzati per ridurre la trasmissione di potenziali agenti patogeni e particolato da e verso l’apparecchiatura di respirazione. Gli HMEf attualmente TRL4 sono oggetto di domanda di brevetto internazionale. Dalle validazioni effettuate secondo le normative ISO-9360-1 e ISO 9360- 2, i dispositivi hanno dimostrato elevate prestazioni nello scambio di calore e umidità e di non trattenere farmaci anestetici, nel rispetto degli standard europei. 

Obiettivi

L’obiettivo di MEDFil è la progettazione di dispositivi e loro funzionalizzazioni per la tutela delle vie respiratorie, attraverso la somministrazione di un gas tecnico umido e caldo, e la rilevazione precoce di agenti microbici, possibile causa di infezioni delle vie respiratorie. Il progetto prevede la validazione dei dispositivi HMEDf (Heat and Moisture Exchange Diagnostic Filter) e il raggiungimento di TRL6, unitamente a: a) implementazione con l’uso di vescicole liposomiali funzionalizzate per rilevazione microbica; b) integrazione con moduli attivi (adsorbenti/ microfiltranti) a base di membrane polimeriche per lo sviluppo di sistemi di filtrazione multistadio innovativi, basati su materiali biocompatibili ed ecosostenibili sviluppati e già brevettati all’interno del consorzio.